Rimborso volo per motivi di salute: senza assicurazione!

Pubblicato da Rimborso Aereo il

Ciao a tutti,

a volte capita di dover annullare un volo per motivi di salute, ecco delle brevi informazioni sui nostri diritti. Rimborso volo per motivi di salute.
Sapevate che un incidente, problemi di saluti e finanche il decesso di una persona cara costituiscono valide motivazioni per cancellare un volo.
Ovviamente nessuno si augura di ritrovarsi in queste situazioni, ma qualora malauguratamente ci si ritrovi, esistono dei rimedi per non perdere quanto già pagato.

Innanzitutto, dobbiamo distinguere 2 casi, il relazione alla presenza o meno di un’assicurazione sul volo, vediamoli…

Rimborso volo per motivi di salute in caso di volo assicurato

La possibilità di cancellare, modificare o ottenere il rimborso del volo, per motivi di salute dipende dalla classe di prenotazione: solitamente i voli più economici non prevedono rimborsi e modifiche, ma esistono compagnie che prevedono la possibilità di rimborso in alcuni casi gravi. Prima di procedere alla prenotazione, è consigliabile, quindi, informarsi sulle condizioni e sui costi di modifica e di annullamento del biglietto aereo.

In ogni caso, il viaggiatore può richiedere il rimborso delle tasse, ovvero di quelle spese non sostenute direttamente dalle compagnie aeree.

In caso di volo non assicurato

In questo caso le compagnie aeree fanno orecchie da mercanti e spesso rigettano le nostre richieste di rimborso. Eppure la normativa è chiara!

L’articolo 945 del decreto legislativo 96 del 9 maggio 2005, recita: “Se la partenza del passeggero è impedita per causa a lui non imputabile, il contratto è risolto e il vettore restituisce il prezzo di passaggio già pagato”.

In questi casi, quindi, è obbligo della compagnia rifondere interamente il passeggero anche in assenza di un’assicurazione.

Quali documenti servono?

Ovviamente, chi vuole vantare il diritto al rimborso volo per motivi di salute, deve necessariamente disporre di ogni documentazione utile a provare l’evento (ad es. certificato medico, la denuncia di sinistro, l’attestazione di decesso, …)

Come procedere?

Innanzitutto, ricordate che il rimborso deve essere richiesto prima della data prevista di partenza, inoltre, è bene fare tempestiva comunicazione alla compagnia.

In tal senso, va bene ogni forma di comunicazione (mail, fax, …) ma ricordate che sarà necessario provare di avere richiesto il rimborso alla compagnia, per cui la cara vecchia raccomandata A/R (o PEC) rimane lo strumento principe.

Se la compagnia non paga?

Nel caso in cui abbiate fatto bene e seguendo le mie istruzioni, il mio consiglio è quello di rivolgervi ad un’associazione dei consumatori. Queste, sono delle realtà che ben conosco i loro interlocutori e spesso riescono a far ottenere i rimborsi tanto agognati.

Se non sapete a quale associazione rivolgervi, ricordatevi che anche in questo io saprò aiutarvi e darvi il mio personale consiglio: contattarmi.

Un caro saluto ed un invito al prossimo articolo!

Vota questo contenuto
[Totale: 4 Average: 3.8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi