Vacanze rovinate: come ottenere il rimborso

Pubblicato da Rimborso Aereo il

Ritardo aereo

Ciao a tutti, in questo articolo vi parlo del risarcimento per le vacanze rovinate.

Ogni anno aspettiamo le vacanze per poterci finalmente godere un po’ di svago e relax: è il momento in cui si ricaricano le pile lontani dai pensieri lavorativi; spesso si arriva alle vacanze stanchissimi, che sono il designato momento del riposo, e l’ultima cosa che ci si aspetta è subire delle vacanze rovinate e di tornare delusi, arrabbiati, con il danno di avere speso denaro inutilmente e la beffa di tornare ancora più stanchi e stressati di quando si era partiti.
Per fortuna, il legislatore ha riconosciuto una congrua tutela per i turisti da vacanze rovinate, che all’art. 47 de Codice del Turismo (d.lgs 79/2011) definisce appunto il danno da vacanze rovinate “un risarcimento del danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all’irripetibilità dell’occasione perduta”, quindi oltre al danno patrimoniale (soldi spesi) si aggiunge un danno anche non patrimoniale per non aver goduto del riposo dovuto dopo un intensa e spesso snervante attività lavorativa; come vediamo, quindi, il legislatore si apre alla piena tutela del turista e oltre al danno patrimoniale (quello che si è pagato per la vacanza) si ha diritto anche al risarcimento secondo l’art 2049 del c.c., che disciplina il risarcimento per il danno non patrimoniale nei casi previsti della legge.

Secondo il sopra citato Codice del Turismo le cause del danno da vacanze rovinate e il seguente risarcimento sono soprattutto dovute all’inadempimento o all’inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico, l’inadempimento in questione deve essere importante ed eclatante e si sviluppa sul “mancato guadagno” sul piano del benessere e della qualità della vita.

L’art. 34  del Codice del Turismo

detta una definizione indiretta di pacchetto turistico: sono offerte rivolte ai consumatori aventi “ad oggetto i viaggi, le vacanze, i circuiti tutto compreso, le crociere turistiche, risultanti dalla combinazione, da chiunque ed in qualunque modo realizzata, di almeno due degli elementi di seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfetario:
a) trasporto;
b) alloggio;
c) servizi turistici non accessori al trasporto o all’alloggio di cui all’articolo 36, che costituiscano, per la soddisfazione delle esigenze ricreative del turista, parte significativa del pacchetto turistico”.

La durata deve essere superiore alle 24 ore o anche un periodo di tempo indefinito comprendente almeno una notte. Sono considerati pacchetti anche le crociere turistiche e i “pacchetti dinamici”, cioè creati direttamente dal consumatore (da chiunque ed in qualunque modo realizzata), e le gite di un giorno, basta che presentino i due elementi sopra citati (ad esempio: volo+albergo, hotel+auto, ecc).

Ciò detto, è bene chiarire che per ottenere un risarcimento danno da vacanze rovinate occorre avviare un’azione di tutela che, spesso, esita in un’azione giudiziale. Infatti, il nostro attuale impianto normativo riconosce solo al Giudice la prerogativa di accertare e quantificare il danno subito. Altre volte, invece, già una ben calibrata azione stragiudiziale (atto di diffida e messa in mora) può rilevarsi efficace per ottenere un congruo risarcimento.

Il consiglio è quello di rivolgersi sempre a dei professionisti per le vacanze rovinate che possano gestire la richiesta fin dall’inizio, sono estremamente rari i casi di risarcimento senza il necessario supporto legale.

Per maggiori informazioni non esitate a contattarci oppure potete commentare direttamente qui sotto.

Un caro saluto ed un invito al prossimo articolo! 🙂

Vota questo contenuto
[Totale: 1 Average: 5]
Categorie: Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi