Bagaglio consegnato in ritardo

bagaglio consegnato in ritardo

Quello del bagaglio consegnato in ritardo – o non consegnato affatto – è un problema che purtroppo riguarda molti passeggeri.

Quando ci si rende conto che il nostro bagaglio correttamente registrato (con il “Talloncino di Identificazione Bagaglio”) potrebbe essere stato smarrito o consegnato in ritardo, è necessario aprire un rapporto di mancata riconsegna del bagaglio presso gli Uffici Lost and Found dell’aeroporto di arrivo.

I moduli da compilare sono chiamati PIR (PropertyIrregularity Report) e devono essere compilati prima di lasciare l’area di riconsegna dei bagagli.

 

 

Casi di ritrovamento bagaglio

Se il bagaglio sarà ritrovato entro 21 giorni, sarà necessario inviare tutta la documentazione per l’avvio della pratica di risarcimento e di rimborso delle eventuali spese sostenute.

In caso di smarrimento o di ritardata consegna del bagaglio registrato, il passeggero avrà diritto ad un risarcimento che può arrivare fino a:

  • 1.131 DSP – Diritti Speciali di Prelievo (circa € 1.335), dalle Compagnie aeree dell’Unione Europea e dei Paesi che aderiscono alla Convenzione di Montreal;
  • 17 DSP (circa € 17) per kg, dalle Compagnie aeree dei Paesi che aderiscono alla Convenzione di Varsavia. Eccezione a tale regola riguarda il caso in cui il passeggero abbia sottoscritto una assicurazione integrativa.

 

Bagaglio consegnato in ritardo: cosa fare

In entrambi i casi, è necessario inviare la seguente documentazione all’Ufficio Relazioni Clientela e/o Assistenza Bagagli della Compagnia aerea:

  • codice di prenotazione del volo se è stato acquistato via internet, oppure l’originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo;
  • l’originale del PIR che è stato rilasciato in aeroporto;
  • l’originale del talloncino di identificazione del bagaglio;
  • la prova di un eventuale avvenuto pagamento dell’eccedenza del bagaglio;
  • l’elenco del contenuto del bagaglio nel caso di bagaglio smarrito;
  • l’elenco dell’eventuale contenuto mancante in caso di bagaglio ritrovato;
  • gli scontrini e/o ricevute fiscali originali, dove sia riportata la tipologia della merce acquistata per sostituire i propri effetti personali;
  • indicazione delle coordinate bancarie complete ( nome e indirizzo della Banca, codici IBAN, ABI, CAB, numero di C/C, codice SWIFT nel caso di conto estero e nome del titolare del conto corrente; se i suddetti dati non si riferiscono all’intestatario della pratica, specificare anche l’indirizzo di residenza, numero di telefono, numero di fax (se disponibile), indirizzo e-mail, se disponibile).

 

Rivolgiti a noi ed otterrai assistenza!

Se non ricevi risposta alle tue richieste o se ritieni che questa non sia soddisfacente, segui le indicazioni di e ci adopereremo per farti ottenere l’indennizzo economico previsto per legge:

  • Scarica il modulo relativo alla tua Compagnia;
  • Compilalo, inserendo data e firma;
  • Inviane copia su rimborsoaereo@unionedeiconsumatori.it;
  • Allega tutti i documenti necessari (es. carta d’imbarco, eventuali spese sostenute, copia del PIR, eventuali comunicazioni della Compagnia aerea).

Verrai ricontattato al più presto da un nostro consulente che, dopo una valutazione del caso, ti offrirà assistenza gratuita.

 

Vota questo contenuto
[Totale: 3 Average: 5]

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi