Rinuncia per motivi di salute

rinuncia per motivi di salute

La rinuncia per motivi di salute – personali o dei congiunti – implica che il viaggiatore / consumatore abbia diritto al rimborso del prezzo del biglietto, anche nel caso in cui egli non abbia stipulato un’assicurazione.

 

 

Rinuncia per motivi di salute: cosa prevede la normativa

Il D. Lgs. 23.5.2011 n.79, sul Codice del Turismo, prevede che il consumatore che non si è potuto imbarcare sul volo prenotato per gravi motivi personali – i cosiddetti “fatti sopraggiunti, non imputabili – deve essere rimborsato dell’intero prezzo del biglietto che ha acquistato.

Secondo la normativa, infatti, il consumatore che si vede costretto a recedere da un contratto di viaggio deve ricevere il rimborso senza eccezioni.

Per “fatti sopraggiunti, non imputabili” si intendono quei fatti assolutamente imprevisti ed imprevedibili – avvenuti sia al diretto interessato che a persone terze vicine a quest’ultimo –

che impediscono la partenza del viaggiatore.

Tali fatti possono essere:

  • un’improvvisa malattia;
  • un incidente;
  • il lutto di un congiunto;
  • un qualsiasi evento grave avvenuto in seguito alla prenotazione del viaggio.

 

Rinuncia per motivi di salute: rimborso del biglietto senza assicurazione

Stipulare un’assicurazione – che copre le penali di annullamento del volo – farà sì che il passeggero non avrà alcun problema a recuperare ciò che ha già pagato, per l’acquisto del biglietto areo.

Il passeggero senza assicurazione ha diritto ad essere rimborsato anche nel caso in cui i suoi referenti diretti siano l’agenzia di viaggio o il tour operator e questi sostengano che vi sono delle penali da pagare.

 

Rinuncia per motivi di salute: la documentazione necessaria

Ovviamente, il consumatore può ottenere il rimborso dell’intero prezzo del biglietto – e non dover pagare alcuna penale – se è in possesso della documentazione che dimostri la sua impossibilità di partire e, quindi, la necessità di recedere dal contratto di viaggio.

I documenti necessari da presentare, alla Compagnia aerea o all’agenzia di viaggio, possono essere ad esempio:

  • il certificato medico;
  • una denuncia di sinistro;
  • un certificato di decesso.

 

Ottieni il rimborso che ti spetta: rivolgiti a noi!

Se per uno dei motivi sopracitati sei stato costretto a rinunciare al tuo viaggio e non riesci a far valere i tuoi diritti, rivolgiti a noi e potrai avvalerti del supporto di professionisti del settore per ottenere ciò che ti spetta!

Devi solo seguire queste semplici indicazioni:

  • Scarica il modulo relativo alla tua Compagnia;
  • Compilalo, inserendo data e firma;
  • Inviane copia su rimborsoaereo@unionedeiconsumatori.it;
  • Allega tutti i documenti necessari (es. carta d’imbarco, eventuali spese sostenute, la certificazione che prova l’impedimento avuto ed eventuali comunicazioni della Compagnia aerea).

Verrai ricontattato al più presto da un nostro consulente che, dopo una valutazione del caso, ti offrirà assistenza gratuita.

 

Vota questo contenuto
[Totale: 4 Average: 5]

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi