Bagagli smarriti, danneggiati o consegnati in ritardo: ecco cosa fare

Pubblicato da Rimborso Aereo il

bagagli smarriti

Sei di fronte ad un problema di bagagli smarriti, danneggiati o consegnati in ritardo? rivolgiti a noi per ottenere tutto ciò che ti spetta per legge!

Uno dei disagi più grandi per i passeggeri, infatti, è quello di arrivare a destinazione e scoprire che il bagaglio, che avevano affidato alla Compagnia aerea, gli verrà riconsegnato in ritardo, magari danneggiato, o nella peggiore delle ipotesi non gli verrà riconsegnato affatto.

Fortunatamente la normativa tutela noi passeggeri in caso si verifichi uno di questi problemi.

Come afferma la il Regolamento europeo a difesa dei diritti dei viaggiatori, infatti, la Compagnia aerea “ è responsabile del danno derivante dalla distruzione, perdita o deterioramento dei bagagli consegnati, qualora il danno derivi da sua colpa o da colpa dei suoi dipendenti o incaricati ”.

 

 

Cosa fare in caso di bagagli smarriti, danneggiati p consegnati in ritardo?

Nel caso in cui, arrivati in aeroporto, il vostro bagaglio non vi viene riconsegnato, niente panico! Vi spieghiamo noi cosa fare.

Per prima cosa dovete compilare un modulo, il Rapporto di smarrimento o danneggiamento bagaglio (P.I.R.- Property Irregularity Report), presso il preposto ufficio, all’interno dell’area di riconsegna bagagli.

In generale la normativa prevede che il bagaglio è da considerarsi smarrito dopo il decorrere dei 21 giorni dalla compilazione del PIR. Quindi, se scaduto questo periodo non avete avuto notizie circa il vostro bagaglio, avete diritto ad essere risarciti.

Occorrerà, in particolare, fare richiesta di rimborso, per le eventuali spese sostenute, e di risarcimento alla Compagnia entro 21 giorni, nel caso di ritardata consegna, e dopo i 21 giorni, nel caso di smarrimento del bagaglio.

 

Quali documenti ti servono per avviare la pratica di risarcimento?

Per avviare la pratica di risarcimento in caso di bagagli smarriti, danneggiati o consegnati in ritardo, servono alcuni documenti:

  • il codice di prenotazione del volo, in caso di acquisto via internet o l’originale della ricevuta, in caso di biglietto cartaceo;
  • l’originale del PIR rilasciatoti in aeroporto;
  • l’originale del talloncino di identificazione del bagaglio ed, eventualmente, una prova dell’avvenuto pagamento dell’eccedenza bagaglio;
  • l’elenco del contenuto del bagaglio (nel caso di bagaglio smarrito);
  • l’elenco dell’eventuale contenuto mancante (nel caso di bagaglio ritrovato);
  • gli originali degli scontrini e/o ricevute fiscali nei quali sia riportata la tipologia della merce che hai dovuto acquistare in sostituzione dei propri effetti personali;
  • indicazione delle coordinate bancarie complete.

Nel caso in cui, invece, il bagaglio sia stato danneggiato la documentazione deve essere inviata entro 7 giorni dalla compilazione del PIR.

 

Risarcimento per bagagli smarriti, danneggiati o consegnati in ritardo

Se il bagaglio viene riconsegnato al suo proprietario entro 21 giorni, si parla di ritardata consegna del bagaglio. In questo caso si potrà richiedere:

  • il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di effetti personali per far fronte alla mancanza del proprio bagaglio (solo beni di prima necessità);
  • un congruo indennizzo per il disagio legato alla ritardata consegna.

Nel caso in cui, invece, il bagaglio non sia stato riconsegnato entro 21 giorni dall’apertura della pratica, si parlerà di smarrimento del bagaglio.

Sarà possibile chiedere:

  • il rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di effetti personali (solo beni di prima necessità);
  • un congruo indennizzo per il disagio legato allo smarrimento del bagaglio.

Se il bagaglio viene restituito danneggiato sarà possibile, invece, chiedere:

  • un risarcimento per i danni subiti.

In tutti e tre i casi, hai diritto ad un risarcimento che può arrivare fino a 1.131 DSP – Diritti Speciali di Prelievo (cioè circa 1.335 € ), da una Compagnia aerea che fa parte dell’Unione Europea e di un Paese che aderisce alla Convenzione di Montreal.

Se, invece, la Compagnia aerea fa parte di un Paese che aderisce alla Convenzione di Varsavia, il risarcimento arriva fino a 17 DSP (cioè circa 17 €) per kg, a meno che, il Passeggero non abbia sottoscritto un’assicurazione integrativa.

 

Se la compagnia non paga? Rivolgiti a noi!

Se vuoi che i tuoi diritti siano giustamente riconosciuti ma non riesci ad ottenere tutela, oppure se hai semplicemente bisogno di una consulenza gratuita, rivolgiti a noi ed otterrai il 100% di ciò che ti spetta!

Per avvalerti del nostro supporto, segui queste semplici istruzioni:

  • Scarica il modulo di reclamo relativo al al tuo caso;
  • Compilalo in tutte le sue parti, apponendo data e firma;
  • Scansionalo e invialo, insieme ai tuoi documenti (carta d’imbarco, eventuali spese sostenute, carta identità, eventuali comunicazioni del Vettore), a: rimborsoaereo@unionedeiconsumatori.it.

Per ulteriori informazioni, inviaci un messaggio attraverso il nostro form di contatto o all’email rimborsoaereo@unionedeiconsumatori.it.

Sarai ricontattato da un nostro consulente in breve tempo che ti fornirà supporto e assistenza.

 

Vota questo contenuto
[Totale: 4 Average: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi